Mi racconto qui.
Background Illustrations provided by: http://edison.rutgers.edu/

The Beginning.

Ho sempre odiato quel tipo di relazione che inizia su internet.
Non so il perché ma la trovavo falsa.
Io ho bisogno di concretezza.
Sono fatta così, voglio gli sguardi i sorrisi e le battutine stupide per rompere il ghiaccio.
Ma mi sono ricreduta.
Pensavo che  i flirt di “mi piace” fossero una cosa infantile, non adatta a me.
E mi sono ricreduta anche su questo.
Pensavo di non aver pazienza con le persone, nelle relazioni e nei legami.
Ma lui mi ha fatto ricredere anche su questo.
E’ iniziato così, un po’ per caso.






 http://ithinksheislonely.tumblr.com/ )

E sono di nuovo qui a scrivere, perché ne ho bisogno, perché lui è lontano.
E questa volta non sentimentalmente o emotivamente lontano, ma tra di noi ci sono circa 479.75 km in linea d’aria che ci dividono.
E tutto ciò mi preoccupa, non solo la distanza ma il fatto che io sia andata a cercare la cifra esatta.
Questo mi terrorizza, quasi più del fatto che ora non posso vederlo, che non posso abbracciarlo o baciarlo, che non posso stare insieme a lui.
Non ho mai creduto nelle relazioni a distanza, mai prima di incontrarlo. By (http://ithinksheislonely.tumblr.com/)

Reblogged from heneri  275 note

Le relazioni a distanza sono così: non ci credi, finché non sei costretto a farlo. Nessuno è tagliato per amare a distanza, nessuno crede di poterlo fare, nessuno crede di poter resistere ad una cosa del genere finché non hai alternative.

By
(via martinastillkidrauhl)